top of page

PAZIENTE ANZIANO

Le cure odontoiatriche nel paziente anziano sono spesso messe in secondo piano rispetto all’attenzione data per la cura delle patologie di base (EFFETTO ALONE).

L’accesso alle cure del dentista è reso difficoltoso da diversi fattori tra cui la difficoltà di deambulazione, l’utilizzo di molti farmaci (anticoagulanti, bifosfonati…..), problemi socio-economici.

Le manovre di igiene orale sono le stesse del paziente adulto e sono descritte nei video seguenti. A tali manovre si devono aggiungere le specifiche azioni di igiene per le protesi dentarie. A titolo esemplificativo inseriamo le più comuni.

Igiene della DENTIERA o PROTESI MOBILE TOTALE:

  • Spazzolare la protesi 2/3 volte al dì togliendola dalla bocca. Non trascurare l’igiene domiciliare della protesi mobile!

  • Utilizzare detergenti ad azione battericida non corrosivi e a bassa abrasività

  • Disinfettare la protesi in soluzioni detergenti e antimicrobiche (secondo le indicazioni del prodotto utilizzato)

  • Eventuali paste adesive devono essere rimosse prima della detersione

  • Spazzolare la protesi sopra un lavandino pieno di acqua o superfici morbide (protezione in caso di caduta accidentale)

  • Utilizzare spazzolino manuale specifico per protesi mobile. Spazzolare tutte le superfici (interne, esterne, nelle concavità)

  • Risciacquare abbondantemente e controllare che non rimangano superfici con residui di placca

  • Non utilizzare strumenti taglienti per rimuovere placca o depositi di tartaro

  • Eseguire, almeno 1 volta al dì, l’igiene delle mucose sottostanti la protesi con garze o spazzolino morbido

  • Qualsiasi alterazione delle mucose (rossore, gonfiore, sanguinamento) deve essere segnalata e valutata dall’igienista/odontoiatra

PROTESI FISSE SU DENTI NATURALI O IMPIANTI:

  • Scegliere spazzolino adeguato nella dimensione della testina e nei filamenti. Valutare lo spazzolino più performante: elettrico o manuale
    . Spazzolare la protesi 2/3 volte al dì

  • Utilizzare presidio interdentale appropriato: scovolino (forma, diametro e materiale) per l’igiene dei denti residui o dei pilastri implantari
    e il pavimento della protesi

  • Utilizzare il filo interdentale spugnoso pretagliato con estremità rigida,

  • Utilizzare l’idropulsore secondo le indicazioni dell’odontoiatra/igienista dentale

  • Utilizzare un collutorio specifico a seconda delle condizioni orali e le indicazioni dell’igienista dentale ad es. antibatterico in caso di infiammazioni gengivali intorno a denti o impianti.

  • Utilizzare dentifricio poco abrasivo

  • Qualsiasi alterazione delle gengive (dolore/sanguinamento/cambiamenti forma e colore) deve essere segnalata e valutata
    dall’igienista e/o odontoiatra.

bottom of page